Caricamento Eventi

GIOVEDI’ 24 GENNAIO / PROSA

ORE 21.00

di e con Moni Ovadia

musiche dal vivo Moni Ovadia Stage Orchestra

luci Cesare Agoni

scene e costumi Elisa Savi

contributi video Massimo Ottoni

progetto audio Mauro Pagiaro

regia Moni Ovadia

produzione CTB CENTRO TEATRALE BRESCIANO / CORVINO PRODUZIONI

Una zattera in forma di piccola scena approdava in teatro venticinque anni fa. Trasportava sei vagabondi, cinque musicanti e un narratore di nome Simkha Rabinovich. A chi sentiva il desiderio di ascoltare, Simkha raccontava storie di una gente esiliata, ne cantava le canzoni, canti tristi e allegri, luttuosi e nostalgici, di quel popolo che illuminò e diede gloria alla diaspora. I musicanti lo accompagnavano con i loro strumenti e con lui rievocavano le melodie che quel mondo – fatto di comunità grandi, piccole e piccolissime – aveva creato per vivere le feste, le celebrazioni e i riti di passaggio. Dopo un quarto di secolo di erranza, Simkha Rabinovich e i suoi compagni di strada, ritornano per continuare la narrazione di quel popolo sospeso fra cielo e terra in permanente attesa, per indagarne la vertiginosa spiritualità con lo stile che ha permesso loro di farsi tramite di un racconto impossibile e pure necessario, rapsodico e trasfigurato, alla ricerca di un divino ineffabile presente e assente, vivo e forse inesistente.

credito fotografico @Umberto Favretto