Caricamento Eventi

GIOVEDI’ 5 DICEMBRE – ORE 10.00

Produzione: Solares delle Arti, Teatro delle Briciole

Ideazione, regia e drammaturgia: Diego e Marta Dalla Via

Con: Simone Arganini, Yele Canali, Riccardo Reina

Tecnica: teatro d’attore

Età: dai 6 ai 10 anni

Durata: 60 minuti

Sono strani questi nuovi tabù contemporanei: l’attesa, la fatica, la solitudine. Ora tutto si clicca, tutto è immediatamente disponibile, tutto è immerso nella comodità e avvolto da una rete di contatti individuali e virtuali. Questo spettacolo mette in crisi il concetto di comfort, non perché esso rappresenti un male ma per mettere in luce l’influenza che ha sulla società odierna. La compagnia vuole raccontare della fatica come carburante etico e della necessità di imparare ad accettare e coltivare sentimenti come frustrazione, desiderio e fallimento come occasione di crescita in una narrazione che si sviluppa sotto l’insegna luminosa e intermittente di una comicità calibrata e dedicata a un giovanissimo pubblico.

SOLARES DELLE ARTI – TEATRO DELLE BRICIOLE

Il Teatro delle Briciole è un patrimonio della scena italiana che nel corso di una storia quarantennale ha trasformato radicalmente l`immagine, il vocabolario e il concetto stesso di teatro per l`infanzia. Fondato nel 1976, primo in Italia a dar vita a un Centro Stabile di Produzione, Programmazione e Ricerca Teatro Ragazzi e Giovani, il Teatro delle Briciole ha rinnovato negli anni la propria identità affermandosi come un moderno centro di produzione teatrale radicato a Parma e nel territorio, ma proiettato fortemente anche fuori dai confini locali. È sotto il segno di una congiunzione di storie, di identità, di linguaggi, che Solares Fondazione delle Arti nasce a Parma nel 2007. La fusione tra il Teatro delle Briciole e il Cinema Edison è il frutto di una unione di percorsi e di saperi che si esprime nello slogan che ne ha annunciato la creazione: l’arte si compone. Storie e persone che rimettono in gioco le proprie biografie artistiche e le proprie identità per comporsi in un insieme nuovo, animato da una visione plurale delle discipline artistiche.