Caricamento Eventi

MARTEDI’ 25 FEBBRAIO – ORE 21 / PROSA

dal romanzo di Alberto Moravia

adattamento drammaturgico Michela Cescon e Lorenzo Pavolini

con Valentina Banci, Olivia Magnani, Paolo Sassanelli, Thomas Trabacchi

stylist Grazia Materia

impianto scenico, video e luci Diego Labonia, Simone Palma, Claudio Petrucci

regia Michela Cescon

produzione Teatro di Dioniso e Teatro Stabile del Veneto

 

Alberto Moravia – considerato tra i nostri più grandi autori del novecento oltre che lo scrittore italiano più cosmopolita – rimane oggi in Italia un autore trascurato e quasi dimenticato, pur avendo attraversato tutto il secolo con una presenza artistica e produttiva autonoma e forte. Della grande triade della letteratura italiana dal dopoguerra agli anni ’80 (Morante, Moravia, Pasolini), Moravia è inspiegabilmente rimasto nell’ombra, mentre all’estero è considerato un classico. La donna leopardo si propone di favorirne una «riscoperta», sottraendolo ad un approccio accademico e scolastico, attraverso l’arte scenica che ha in sé una missione popolare: quella di raggiungere emotivamente più pubblico possibile, e dimostrarne la teatralità con la ricchezza emotiva dei suoi dialoghi e dei suoi personaggi. La donna leopardo diventa inoltre un’occasione per portare in scena e valorizzare, attraverso una regia firmata da una donna, le figure femminili raccontate dall’autore, cariche di una femminilità forte, libera, pura, autonoma e molto moderna.