Caricamento Eventi

“LA GRANDE ARTE AL MAC”

 

RASSEGNA DI CINEMA SULL’ARTE

DAL  26 SETTEMBRE AL 17 OTTOBRE 2018

PUOI VISUALIZZARE QUI IL TRAILER DELLA RASSEGNA

 –

Mercoledì 26 settembre ore 21.00

FIRENZE E GLI UFFIZI


‘Firenze e gli Uffizi’ è un viaggio multidimensionale e multisensoriale nel Rinascimento Fiorentino attraverso le sue bellezze più rappresentative.

A parlare sono le opere stesse, oltre 10 location museali e 150 opere di cui il fulcro centrale è naturalmente rappresentato dalla Galleria degli Uffizi.

Gli spettatori saranno coinvolti da una visione con punti di vista inediti, come la Cupola del Brunelleschi e Piazza della Signoria ripresa all’alba, deserta, in tutta la sua magnificenza, e spettacolari immagini aeree della città, realizzate grazie all’utilizzo di un elicottero e un drone.

La narrazione emotiva, ambientata all’interno di un limbo atemporale, è affidata a Simon Merrells (attore inglese di formazione teatrale noto al pubblico per l’interpretazione di Crasso nella serie tv Spartacus) che, nel ruolo di Lorenzo il Magnifico, ci condurrà attraverso i ricordi della ‘sua’ Firenze, in un incessante dialogo tra passato e presente.

Il film attraversa i luoghi simbolo di Firenze dalla Cappella Brancacci (con gli affreschi di Masolino e Masaccio, emblema del passaggio da Medioevo a Rinascimento) al Museo del Bargello che ospita il David di Donatello; da S. Maria del Fiore con le sue sfavillanti vetrate a Palazzo Medici; da Piazza della Signoria a Palazzo Vecchio sino alla Galleria dell’Accademia, che custodisce il David di Michelangelo. Cuore del film è naturalmente la Galleria degli Uffizi: gli spettatori potranno accedere all’interno della Tribuna (luogo visibile al pubblico solo da tre punti esterni) e Antonio Natali (direttore della Galleria dal 2006 al 2015) ci accompagnerà tra le opere.

Prima della proiezione Valentina Arena ci presenterà il progetto di cui è ideatrice e regista:

Gioco di ruolo

film partecipato

“Gioco di Ruolo è un film, in parte documentario, in parte di finzione. Racconta il processo di creazione di due personaggi tramite il lavoro di scrittura collettiva di un gruppo eterogeneo di persone, coinvolte grazie ad un percorso di arte partecipata che abbiamo proposto a Modena a partire da febbraio 2018. Abbiamo bisogno di voi per organizzare nuove riprese, e ultimare così il lavoro necessario per cominciare il montaggio del film. Vogliamo creare un’opera video in cui la distinzione tra cinema del reale e cinema di finzione perda di senso, perché nel definire i personaggi e le situazioni di finzione abbiamo messo in gioco le nostre vite reali e la nostra sensibilità. Quello che emerge dall’opera è una riflessione sul nostro immaginario collettivo, sugli automatismi culturali che guidano le nostre scelte e che formano i nostri stereotipi. Ma soprattutto emerge la profonda e contraddittoria complessità delle persone reali, che sempre e comunque supera la nostra immaginazione.”

Il progetto si trova già sulla piattaforma ideginger.it

 

Mercoledì 3 ottobre ore 21.00

CARAVAGGIO – L’ANIMA E IL SANGUE

“Caravaggio – l’Anima e il Sangue” è un viaggio emozionante attraverso le opere e i tormenti di Michelangelo Merisi da Caravaggio, uno degli artisti più amati, controversi e misteriosi della storia dell’arte, un artista geniale e contraddittorio, che più di ogni altro ha raccolto in sé luci e ombre, genio e sregolatezza, generando opere sublimi.

Michelangelo Merisi viene raccontato in questo documentario attraverso un duplice aspetto: quello del personaggio tormentato, maledetto e l’altro – qui davvero prezioso – dello studio e osservazione delle opere attraverso riprese in alta risoluzione, che rivelano ogni dettaglio.

Lo sguardo del regista si sofferma minuziosamente nell’esplorazione dei dettagli di capolavori più importanti del giovane artista.

Un excursus narrativo e visivo attraverso i luoghi in cui l’artista ha vissuto e quelli che ancora oggi custodiscono alcune tra le sue opere più note: Milano, Firenze, Roma, Napoli e Malta.

Un’approfondita ricerca documentale negli archivi che custodiscono traccia del passaggio dell’artista, ci conduce in una ricostruzione sulle tracce e i guai di Caravaggio e alla scoperta delle sue opere, di cui circa 40 trattate nel film, che, grazie all’impiego di evolute elaborazioni grafiche, di macro estremizzate e di lavorazioni di luce ed ombra, prendono quasi vita e corpo, si confondono con la realtà dando una percezione quasi tattile.

Il film è un’esperienza cinematografica emozionale, inquieta della sua vita e della sua arte in una delle prime produzioni in Italia girate in 8K, con la consulenza scientifica del Prof. Claudio Strinati e il prezioso contributo di Manuel Agnelli che presta la voce dell’io interiore di Caravaggio.

Il documentario d’arte più visto al cinema in Italia.

 

Mercoledì 10 ottobre ore 21.00

LOVING VINCENT

“Loving Vincent” è il primo lungometraggio interamente dipinto su tela.

Realizzato elaborando le immagini di tele dipinte da un team di 40 artisti, il film è composto da migliaia di immagini, dipinte nello stile di Vincent van Gogh da pittori che hanno lavorato per mesi per arrivare a un risultato originale e di grande impatto.

Creato dallo studio Breakthru productions, vincitore dell’Oscar per il cortometraggio animato Pierino e il lupo – il film racconta, attraverso 120 quadri e 800 documenti epistolari, la vita dell’artista olandese fino alla morte misteriosa, avvenuta a soli 37 anni e archiviata come caso di suicidio.

Costruito come un giallo, il racconto ripercorre tutti i momenti cruciali della tormentata esistenza di Vincent, compresi vecchi ricordi in bianco e nero.

Un’operazione affascinante, con attori veri «rattati» per divenire dipinti, con 125 artisti che hanno operato decine di migliaia di fotogrammi con incisive pennellate.

Imperdibile.

 

Mercoledì 17 ottobre ore 21.00

HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI

“L’avete fatto voi questo orrore, maestro?”, chiede l’ambasciatore nazista Otto Abetz a Pablo Picasso davanti a Guernica. Picasso rispose: “No, è opera vostra”.

Quando si parla di arte, quella vera, c’è spesso in latenza un sentimento di giustificazione del perché la si crea, o perché la si vuole possedere.

Questo film narra lucidamente delle tematiche drammatiche che via via stanno andando nel dimenticatoio: la vicenda del nazismo e le sue conseguenze.

E la narra da un punto di vista preciso, di cui non si è molto parlato: il trafugamento delle opere d’arte in quel periodo e la gara – dettata dall’ego e dal potere – di due personaggi tragici e surreali come Adolph Hitler e Hermann Göring nell’averla tutta per loro.

Sono trascorsi 80 anni da quando il regime nazista bandì la cosiddetta “arte degenerata”, organizzando, nel 1937 a Monaco, un’esposizione pubblica per condannarla e deriderla e, contemporaneamente, una mostra per esaltare la “pura arte ariana”, con “La Grande Esposizione di Arte Germanica”.

Proprio in quegli stessi giorni cominciò la razzia, nei musei dei territori occupati e nelle case di collezionisti e ebrei, di capolavori destinati a occupare gli spazi di quello che Hitler immaginava come il Louvre di Linz (rimasto poi solo sulla carta) e di Carinhall, la residenza privata di Goering.

Proprio per raccontare alcune delle infinite storie che presero il via in quei giorni, è stato pensato questo documentario-evento con la partecipazione straordinaria di Toni Servillo e la colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino.

 

Informazioni biglietti e abbonamenti:

Ingresso unico: €. 5,00

Abbonamento 5 film a scelta: € 20,00 (valido per tutte le rassegne fino a marzo 2019)

Tel. 0536/304034 – info@cinemateatromacmazzieri.it – www.cinemateatromacmazzieri.it