Caricamento Eventi

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI

MERCOLEDI’ 6 FEBBRAIO

ORE 10.00

Adattamento teatrale: Christian Di Domenico e Carlo Turati

Dall’omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol, Ed. Einaudi

Con: Christian Di Domenico

Regia: Andrea Brunello

Luci: Federica Rigon

Consulenza musicale: Enrico Merlin

Tecnica: narrazione

Età: dagli 11 anni

“Immagino quanti pensieri abbiano riempito di nuvole la mente dei suoi genitori. Ma se quelle nuvole portavano acqua, Giacomo non lo ha mai saputo: a lui e a Giò non ne arrivava neppure una goccia. Mamma e papà si sono sempre beccati la pioggia al posto loro.” Giacomo e Giovanni sono fratelli. Giovanni ha un cromosoma in più. Giacomo gli vuole bene ma… come come è difficile crescere con un fratello Down! Mio Fratello rincorre i Dinosauri è questo: la storia di come Giacomo impara a convivere con il cromosoma in più di Giovanni, e nel farlo anche noi spettatori siamo trascinati dentro una vicenda umana complessa, ma meravigliosa. L’amore vincerà alla fine? Christian Di Domenico ha voluto raccontare questa storia dopo avere letto l’omonimo libro di Giacomo Mazzariol, best seller Einaudi. Perchè Christian è padre e anche lui, come tutti coloro che hanno figli, si sono chiesti un giorno: “e se mio figlio nascesse con un cromosoma in più?” Questo spettacolo non da’ risposte, ma apre e affronta il tema della disabilità con delicatezza e con candore,con simpatia, senso dell’umorismo ma anche con la consapevolezza che avere un figlio Down può diventare un problema. “Un giorno Katia, la mamma di Giacomo e Giovanni, parlandomi del libro che narra le vicende della sua famiglia, mi ha detto: Io il libro lo vedo come un inno alla vita, alla fragilità che diventa forza, allo stupore, al lasciarsi cambiare e alle differenze che ci fanno essere tutti uguali, tutti parte di un’unica realtà”.

CHRISTIAN DI DOMENICO

Volendo fare un consuntivo della mia formazione professionale, credo che valga la pena indicare soprattutto le figure dei Maestri che hanno segnato il mio percorso: Alessandra Galante Garrone, Vittorio Franceschi, Massimo Navone, Marco Baliani, Gabriele Vacis, Elio De Capitani e Jurij Alschitz. Ogni spettacolo, ogni personaggio, ogni compagno di viaggio mi hanno arricchito e sicuramente hanno fatto di me un uomo migliore. Oggi più che mai scelgo i miei progetti teatrali inseguendo l’idea che devono essere necessari, urgenti.